L'OSSERVATORIO

1840: sempre nell'ambito dell'Accademia viene istituito l'OSSERVATORIO METEOROLOGICO che avvia su iniziativa di Vincenzo Gallo un regolare servizio di rilevamenti meteorologici e mareografici a partire dal 1 gennaio 1841.

1843: viene installato il primo mareografo nei pressi della Capitaneria di Porto di Trieste.

1844: la scuola assume la denominazione di Imperial-Regia Accademia di Commercio e Nautica sotto la direzione di Giuseppe de Lugnani.

1850, 20 settembre: sempre nell'ambito dell'Accademia viene istituito l'OSSERVATORIO ASTRONOMICO-NAUTICO sotto la direzione di Franz von Schaub;

1857: Heinrich von Littrow viene nominato direttore dell'Accademia di Commercio e Nautica; l'incarico dura fino al 1863.

1867, 8 giugno: viene sancito l'Ausgleich, il bilanciamento tra Austria e Ungheria; l'Imperatore Francesco Giuseppe viene incoronato Re d'Ungheria. Ciò sarà fonte di ulteriori richieste irredentistiche italiane e slave.

1869: l'I.R. Governo Marittimo mette in opera il mareografo ufficiale al Molo Sartorio e ne affida la gestione all'Osservatorio Astronomico-Nautico; fino a quel momento c'era solo in un idrometro in Ponte Rosso.

1895, 14 aprile: violento terremoto a Trieste.

1898: l'Osservatorio si stacca dall'Accademia e si trasferisce in Villa Basevi, in via Tiepolo 11, per svincolarsi dalle luci della città e per poter installare correttamente il sismografo; fino a quel momento installato all'ultimo piano (!!) di Palazzo Biserini.
L'Accademia rimane in Piazza Lipsia, da essa discende direttamente l'attuale I.S.I.S. "Nautico-Galvani".

1903: viene trasformato in OSSERVATORIO MARITTIMO e riorganizzato con le nuove sottosezioni chimica, oceanografia, sismica, geofisica, astronomia; la sede è in Villa Basevi. Eduard Mazelle è il nuovo direttore e lo sarà fino al 1918.
Viene assunto come assistente volontario Guido Horn (poi D'Arturo).

1918, 3 novembre: le truppe italiane entrano a Trieste.

1918, dicembre: l'Osservatorio Marittimo viene preso in consegna dal Regio Comitato Talassografico, che dipende a sua volta dal Ministero della Marina.

1921: ISTITUTO GEOFISICO DI TRIESTE

______________________

Bibl.:
Conrad A. Böhm: 250 anni di astronomia a Trieste - MGS Press
Jacopo Cavalli: Storia di Trieste - Ettore Vram Ed.-1911
Carlo Morelli: L'Osservatorio Geofisico Sperimentale - Bollettino di Geofisica Teorica ed applicata - Vol.1 - 1959
Ferruccio Mosetti: Geofisica - Enciclopedia Monografica del Friuli Venezia Giulia

Webmaster: R.Iungwirth