MUSEO STORICO della STRUMENTAZIONE OCEANOGRAFICA

Questo è un museo virtuale, non è la presentazione sul web di un museo, non esiste fisicamente un museo dell'OGS. Si tratta di una raccolta di documenti, foto e aneddoti sulla strumentazione oceanografica. (segue...)

La Sezione Oceanografia dell'OGS si occupa principalmente dello studio delle caratteristiche fisiche dell'Oceano, ne misura le correnti, le variazioni di livello della superficie, la temperatura, la salinità e le condizioni atmosferiche al di sopra di essa. Per lo più tutte queste misure servono ad imporre ai modelli matematici relativi alle zone di mare da studiare le condizioni al contorno che ne consentono la soluzione univoca.

Sono qui esposti vari strumenti di misura che, dal punto di vista tecnico-scientifico, nel momento in cui sono stati usati, hanno rappresentato il massimo disponibile per le applicazioni nel loro campo. Molti di essi sono ormai obsoleti ed inutilizzabili, però rappresentano comunque la soluzione storica di un problema, perciò non vanno dimenticati.

Qui sotto due anticipazioni:

Lo strumento più vecchio:

il correntometro Ekman-Merz; pur con i suoi limiti, attualmente è l'unico correntometro dell'OGS che può operare alla massima profondità degli oceani nella Fossa delle Marianne a 10916 metri.
(segue...)

Lo strumento più moderno e rivoluzionario:

l'aliante-sommergibile SLOCUM in grado di "veleggiare" in profondità senza l'uso di un motore propulsivo. Un microprocessore gestisce l'assetto ed il galleggiamento come per un sommergibile e nel contempo gestisce una serie di sensori che misurano le caratteristiche fisiche dell'acqua. (segue...)

MAPPA del SITO



Ultimo aggiornamento: 3 agosto 2016

Webmaster: R.Iungwirth